Come licenziare il tuo avvocato

Quando è rappresentato da un avvocato per divorzio, lesioni personali o qualsiasi altra cosa, hai il diritto di licenziare il tuo avvocato in qualsiasi momento. Tuttavia, questo non è qualcosa che dovrebbe essere fatto senza una riflessione considerevole. 

diversi buoni motivi per licenziare il tuo avvocato

Ci sono molte ragioni per cui il tuo caso potrebbe non procedere rapidamente, o pensi di non ottenere il risultato che desideri, ma queste ragioni potrebbero non essere colpa dell'avvocato. Ci sono diversi buoni motivi per licenziare il tuo avvocato.

I motivi principali sono se lui o lei:

  1. Ha violato leggi come corrompere un giudice o un giurato o offerto false prove
  2. Ha agito in modo non etico, ad esempio non aver informato il cliente di un'offerta di transazione, parti rappresentate con un conflitto di interessi o violazione della riservatezza avvocato-cliente
  3. Ha nascosto informazioni importanti. Il cliente ha diritto a tutte le informazioni relative al caso

Ci sono altri motivi per cui un cliente potrebbe voler licenziare il proprio avvocato, ma potrebbe essere in grado di risolverli senza cambiare avvocato. 

Le ragioni principali sono:

  1. L'avvocato sta pagando troppo
  2. Gli atti del tribunale non riflettono i desideri del cliente
  3. L'avvocato non sta prestando la giusta attenzione al caso. Lui o lei non risponde a telefonate o e-mail entro una settimana

È importante che il cliente esamini l'accordo di fermo che ha firmato prima di licenziare il proprio avvocato. 

Se si tratta di un caso di lesioni personali, molto probabilmente l'avvocato avrà un privilegio sul caso, il che significa che riceverà il 30 percento dell'accordo anche se viene licenziato. Possono anche richiedere un valore ragionevole per il tempo in cui hanno lavorato al caso.

Considera il costo

Infine, il cliente dovrebbe considerare il costo in tempo e il denaro per cambiare avvocato. Potrebbero finire per pagare due volte per lo stesso insediamento. 

Si consiglia di ottenere un secondo parere da un altro avvocato. Saranno in grado di dire al cliente se il loro avvocato sta conducendo correttamente il caso.

Se un cliente ha deciso di licenziare il proprio avvocato, dovrebbe prima parlare con l'avvocato ed esprimere le proprie preoccupazioni. 

È nell'interesse dell'avvocato rendere felici i propri clienti, quindi potrebbe essere possibile risolvere i problemi verbalmente ed eliminare il desiderio di licenziare l'avvocato. 

Per coloro che preferiscono non affrontare il proprio avvocato, possono scrivere una lettera in cui affermano le proprie preoccupazioni e apportano modifiche specifiche che desiderano vedere.

Quando hai deciso di licenziare il tuo avvocato

La prima cosa da fare è leggere qualsiasi contratto di servizio o contratto firmato dal cliente con l'avvocato. 

Potrebbe contenere una procedura per la risoluzione insieme a commissioni e potrebbero esserci determinati passaggi che il cliente ha accettato di intraprendere. Questo di solito include un avviso formale che il rapporto è terminato.

Prima di terminare ufficialmente il contratto con il proprio avvocato, il cliente dovrebbe assumere un nuovo avvocato, soprattutto se il caso è ancora in corso. Ciò impedirà qualsiasi tempo di transizione in cui il cliente non ha un avvocato.

Il nuovo avvocato può aggiornarsi sul caso prima che l'avvocato originale venga licenziato. Il nuovo avvocato può aiutare il cliente a porre fine alla prima relazione. Ciò è particolarmente importante se il cliente vuole citare in giudizio il primo avvocato per negligenza.

Invia una lettera commerciale formale

Se nel contratto del cliente non sono previste procedure per la risoluzione del rapporto, questi dovrà inviare una formale lettera commerciale a mezzo di posta certificata che indichi chiaramente i motivi della risoluzione.

Anche se informano l'avvocato di persona o per telefono, si raccomanda di farlo anche con una lettera formale. 

Il cliente può richiedere una fattura dettagliata aggiornata e, quando la riceve, cercare eventuali discrepanze. Il cliente può anche chiedere il rimborso di eventuali corrispettivi pagati in anticipo per lavori non eseguiti.

Il cliente ha diritto ad avere una copia di tutti i file collegati al suo caso. Nella lettera di disdetta, il cliente deve richiedere copie di questi file e stabilire dove devono essere inviati. Dovrebbero anche menzionare una scadenza entro la quale i file devono essere inviati.

Il cliente può ritirare i file di persona

Il cliente può ritirare i file di persona se lo desidera. In questo caso, dovrebbero fissare un appuntamento per un'ora e una data per ottenere i file. 

Se il caso è in corso ed è stato assunto un nuovo avvocato, i file possono essere inviati direttamente a lui o lei. È illegale per un avvocato trattenere i file dal cliente o fargli pagare una commissione per ottenerne una copia.

In alcuni casi, l'avvocato potrebbe aver gestito male il caso, interrotto tutte le comunicazioni con il cliente o commesso gravi errori. In questo caso, il cliente potrebbe voler andare oltre il licenziamento dell'avvocato.

Potrebbero voler presentare un reclamo a una commissione disciplinare. Questo processo varia a seconda dello stato, quindi il cliente deve contattare l'ordine degli avvocati o il consiglio disciplinare dello stato per conoscere il processo per presentare un reclamo. Se il cliente vuole citare in giudizio per negligenza, dovrebbe consultare un altro avvocato.

Post correlati

Categorie